Wecyclers: pedalando nell’economia circolare.

  • By elena
  • 27 febbraio 2015
  • Commenti disabilitati su Wecyclers: pedalando nell’economia circolare.

aL’agenda dell’Unione Europea per il settennato 2014/2020 prevede il passaggio dall’economia lineare (basata sulla produzione di scarti) a quella circolare (incentrata sul riuso e il riciclo). Tra i focus si prevede di rigenerare parti di città e di attivare dinamiche d’innovazione sociale che rafforzino le comunità locali introducendo nuove forme di lavoro legate al riciclo.

Un esempio tra le best practies di economia circolare nel mondo? Spostiamoci a Lagos, la più grande città della Nigeria (11milioni di abitanti), dove Bilikiss Adebiyi – ex ingegnere dell’IBM laureata presso la scuola di management del MIT Sloan – ha dato vita a Wecyclers: una startup sociale che attua la raccolta porta a porta con operatori che utilizzano una particolare bicicletta customizzata dotata di grandi sacchi di tela colorati, per la raccolta di rifiuti riciclabili. Un servizio decisamente low-tech che promuove la cultura della raccolta differenziata – in territori dove i rifiuti invadono le strade – e premia le famiglie più virtuose con un sistema di crediti da poter riscuotere in varie forme.

Educare è prevenire. Il riciclo non corrisponde solo a una buona pratica, ma si tratta prima di tutto un modello culturale, portatore di un valore allo stesso tempo etico, educativo, economico ed estetico. Diceva Gandhi che ognuno deve essere lo spazzino di se stesso. Sin dalla nostra prima infanzia dovremmo avere impressa nelle nostre menti l’idea che siamo tutti spazzini.

 

 

I commenti sono chiusi