Riciclo: aziende e produttori sono più responsabili

eprSi chiama “Responsabilità Estesa del Produttore” (EPR). Non è un’arida sigla ma la naturale conseguenza del concetto di economia circolare: aziende e produttori non si occupano solo di mettere il proprio prodotto sul mercato ma si fanno carico anche della sua dismissione, con lo scopo di produrre prodotti più riciclabili.

Il sistema Epr in Europa funziona in particolare per quanto riguarda gli elettrodomestici e i rifiuti elettronici ma in generale aziende e i produttori stanno diventando più sensibili al riuso di materiali e al riciclo. Secondo il “Resource efficiency and green markets Report” di dicembre 2013 le aziende in Europa si stanno muovendo in modo piuttosto deciso verso un’economia circolare. Ben il 93% del campione ha adottato una strategia di efficientamento delle risorse fra cui: minimizzazione dei rifiuti, risparmio energetico, risparmi dei materiali, risorsa idrica, vendita dei propri scarti e uso di fonti rinnovabili.

L’Unione europea ha indicato le strategie principali di attuazione di un “piano green” per le piccole-medie imprese: conservazione delle risorse più a lungo nel sistema produttivo (riciclo e uso di maggiori quantità di materia prima seconda), diminuendo allo stesso tempo gli sprechi.

La scommessa è che la circular economy sia vantaggiosa non solo dal punto di vista ambientale e sociale, ma anche economico.

Lascia una risposta