Obiettivi

Portare in campagna i fondi di caffè – spesso considerati rifiuti inutili e perciò gettati nella spazzatura – per concimare le terre produttive e, a partire da questo esempio, richiamare l’attenzione dei cittadini sulle potenzialità dell’economia circolare, basata su sistemi dove lo scarto può diventare risorsa. È il duplice obiettivo di “Caffè in campo”.

Perché i fondi di caffè?

Perché sono un prodotto di scarto molto diffuso, che può far da leva per aiutare tutti noi a riflettere su cosa fare con i prodotti che non desideriamo più avere in case a dei quali cerchiamo di disfarci. Obiettivo del progetto è quello di differenziare meglio i rifiuti organici in modo che possano passare dall’essere un costo per la comunità, come lo sono ora, a una risorsa. Per far ciò, il progetto richiama l’attenzione sui fondi di caffè, che hanno molteplici qualità che li rendono particolarmente adatti a concimare le terre produttive locali, cercando di creare nuove filiere di business e producendo compost di qualità.

Il parco agricolo Sud Milano

In particolare, nel territorio di 12 comuni collocati all’interno del Parco agricolo Sud di Milano tra Gaggiano e Lacchiarella, l’obiettivo è aiutare i comuni aderenti e le comunità a ottimizzare la gestione dei rifiuti e diminuire la quantità di indifferenziato nell’area, a partire proprio dal riciclo dei fondi del caffè come “buona pratica” di economia circolare.

footer

 

Lascia una risposta